Nexus 6: prime indiscrezioni

nexus 6
Direi che ci siamo, in rete circolano dei benchmark che sono più di un’indiscrezione, il protagonista è il Motorola Shamu. Non ci sono certezze sul fatto che questo device possa essere il nuovo Nexus 6 ma l’hardware è in linea con i rumors precedenti e, cosa più importante, l’OS di lancio è Android L.

 Andando ad analizzare nel dettaglio il bench di Antutu è possibile notare che le caratteristiche hardware non si discostano di molto da quelle possedute dagli ultimi top di gamma che sono sul mercato. Il processore è il solito snapdragon 805 nonostante tanti come me si aspettavano un processore da 64bit a fare da apripista prendendo in contropiede le altre aziende del settore, ma ahimè è ancora troppo presto. Ad accompagnare il consueto processore troviamo, non a caso, l’Adreno 420 e 3 GB di RAM, ennesima caratteristica in comune con i migliori device del primo semestre 2014. Qualcosa di meno comune lo ritroviamo nello schermo, innanzitutto la diagonale di 5.2″ mentre tutti immaginavano qualcosa più vicina ai 5,9″ entrando  di diritto nella categoria dei phablet, in secondo luogo la tecnologia qHD. La nuova tecnologia, con risoluzione 2560×1440, finora è stata adottata solo su altri due top come LG G3 e il Find 7 di Oppo con ottimi risultati anche dal punto di vista dei consumi, anche se non ad ottimi livelli e spesso con problemi di colori spesso troppo saturati e poco naturali. Sempre in merito allo schermo riusciamo ad ottenere un’info in più grazie ai GFXbench dai quali si evince un ottimo risultato per quanto riguarda i frame al secondo, ben 714! Un valore decisamente notevole, da prendere con le pinze, ma finora avvicinato solo dal celebre One plus One. Infine arriviamo alla fotocamera, c’è ben poco da dire, 13mpx per la posteriore e 2.1mpx per quella frontale, le migliorie saranno sicuramente dal punto di vista del software e per questo dovremmo attendere ancora.

Beh,che dire? Sicuramente un hardware del genere non delude nessuno anche se le aspettative erano sicuramente più alte, ma non si può pretendere di più in un momento di stallo nello sviluppo di nuovi smartphone. Non è da sottovalutare comunque che Google si sia affidata a Motorola per la produzione del nuovo Nexus, non che LG finora abbia fallito con i due modelli precendenti, ma l’exploit del Moto G non ha potuto lasciare indifferenti i dirigenti di Mountain View che vedono in Motorola una garanzia di successo. Sebbene l’hardware attira la nostra attenzione, il Nexus 6 avrà in Android L la vera novità che ci spingerà a desiderare di possederlo, il sogno proibito degli smanettoni. Novembre è sempre più vicino. Stay tuned!

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr e Twitter, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Un giovane biologo con la passione per Android cresciuta di pari passo con il suo sviluppo. Il tutto unito ad una leggera vena giornalistica e la voglia di migliorarsi. Entusiasmo, curiosità e condivisione..questo è il mio credo!
Nexus 6: prime indiscrezioni ultima modifica: 2014-08-14T13:20:45+00:00 da Giuseppe Benvenuto