EFF boccia WhatsApp, perché non protegge i dati degli utenti

Niente da fare per il team WhatsApp, per loro la sicurezza dei dati degli utenti rimane ancora un bug da risolvere. Infatti, nel rapporto annuale rilasciato dall’organizzazione Electronic Frontier Foundation (EFF), WhatsApp si trova all’ultimo posto con una sola stessa su un massimo di cinque.

La Electronic Frontier Foundation, per chi non lo sapesse, è un’organizzazione internazionale non profit composta da legali e avvocati che si rivolge alla tutela dei diritti digitali e della libertà di parola.

Quindi, ecco che nel rapporto stilato per questa quinta edizione, la Electronic Frontier Foundation ha voluto sottolineare come il team WhatsApp non ha seguito nessuna delle indicazioni date da loro. Diciamo che il team WhatsApp non è entrato con il piede giusto in questo importante rapporto, visto che è la prima volta che l’applicazione di instat messagging viene presa in considerazione da Electronic Frontier Foundation.

Il rapporto e la classifica redata da Electronic Frontier Foundation è stata stilata in base all’atteggiamento che le varie aziende hanno tenuto in seguito alle richieste ricevute dai vari governi, cioè:

  1. adozione di “best practices” accettate dall’industria di riferimento;
  2. informazione delle politiche di conservazione dei dati;
  3. informazioni sulle richieste di dati da parte dei governi;
  4. informazioni sulle richieste di rimozione di contenuti da parte dei governi;
  5. opposizione alle richieste richieste di accesso “backdoor” da parte dei governi per spiare gli utenti.

Ecco in base a queste 5 voci, solo all’ultima voce il team WhatsApp ha ricevuto la sua stella, per il resto non ha ricevuto nessuna stella. Quindi si può dire che l’applicazione WhatsApp, acquistata da Facebook, non ha nessuna backdoor che da la possibilità a qualcuno di spiarci.

Tra le aziende più sicure e attente ai dati degli utenti, troviamo Yahoo!, WordPress, WikiMedia, Sonic.net, Dropbox, Apple e Adobe, che si portano a casa ben 5 stelle.

Con le 4 stelle troviamo i social più famosi come LinkedIn, Twitter, Facebook, Pinterest e Reddit Sfortunatamente sul terzo gradino del podio e con sole 3 stelle troviamo la Microsoft e la Google, che devono ancora lavorare molto. Vediamo se fino al rapporto dell’anno prossimo riuscirano a guadagnarsi un’altra setella.

Report Electronic Frontier Foundation

Report Electronic Frontier Foundation-Whatsapp
Credit Images: https://www.eff.org/who-has-your-back-government-data-requests-2015

Concludo dicendovi questo: Ecco un buon motivo per passare a Telegram. In più, se volete leggere il Report Completo, non dovete far altro che andare a questo indirizzo.

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr e Twitter, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Via: eff.org e fanpage.it

Da sempre appassionato di informatica e tecnologia, cerco ogni giorno di migliorare la mia cultura generale in questi ambiti. A volte mi occupo anche con lo sviluppo di applicazioni mobile e non solo.

EFF boccia WhatsApp, perché non protegge i dati degli utenti ultima modifica: 2015-06-23T07:52:55+00:00 da Flavius Harabor