Move to iOS: la Apple vuole ammazzare Android, però ha sbagliato tutto

Ti svegli un giorno e ti fai un giro in Google Play Store tra le nuove app appena pubblicate, così per vedere se sui tuoi device Android c’è qualche nuova applicazione da testare e perché no utilizzare nel tempo.

Gira e rigira ti impatti nell’applicazione Move to iOS e ti chiedi: “ma questa non sarà mica un’applicazione realizzata da qualche ragazzino che non ha nulla da fare?”. Sfortunatamente scendendo alla voce Ulteriori Informazioni e leggendo le info sotto Sviluppatore, capisco che in realtà questa è un’applicazione realizzata dalla Apple per la piattaforma Android. Poi leggendo di qua e di la in giro per la rete, scopro che questa è ufficialmente la prima app realizzata dalla Apple e pubblicata in Google Play Store.

Come funziona Move to iOS?

Adesso uno si chiede: “perché mai la Apple ha deciso di realizzare questa app?”. Effettivamente non ha tanto senso, però questa è un a scelta commerciale fatta con il sedere.
Infatti, l’app Move to iOS ha lo scopo di permettere agli utenti Android di trasferire i contenuti da uno smartphone o tablet animato dal robottino verde ad un device animato dal sistema operativo della mela morsicata.

Sostanzialmente l’app Move to iOS da la possibilità agli utenti di spostare informazioni come:

  • dati dal calendario
  • foto e video
  • contatti
  • account di posta elettronica
  • cronologia messaggi
  • segnalibri

Sostanzialmente Move to iOS permette la sincronizzazione di un dispositivo Android con uno iOS attraverso una sessione privata via Wi-Fi, in questo modo il trasferimento delle informazioni è più veloce.

Adesso arriva il bello. Uno pensa che il team Apple impegnato nello sviluppo di Move to iOS (vi ricordo che è la prima app della mela morsicata per Android) abbiano fatto un super lavoro. Non è così e adesso vediamo il perché. Se tu ricevi un SMS oppure una telefonata, l’applicazione Move to iOS ferma tutto il processo e ti tocca riprendere tutto da capo. Si avete capito bene tutto da capo. Insomma se non vuoi perdere la vita nel sincronizzare i dati tra un Android e il nuovo iOS che hai acquistato, devi impedire alle persone di scriverti o chiamarti oppure fare questo lavoro tra le 02:00 e le 06:00, quando sei sicuro che nessuno ti disturba.

Come ha reagito la comunità Android?

Bisogna dire che la comunità Android ha lasciato il segno, infatti mentre vi sto scrivendo l’applicazione Move to iOS ha ricevuto la bellezza di oltre 38.000 recensioni, di cui oltre 31.000 sono tutte negative, con ben 6.000 coraggiosi che hanno deciso di dare 5 stelle.

Leggendo poi pure i commenti lasciati dai vari utenti si troviamo un sacco di persone che dicono:

  • che l’applicazione Move to iOS è inutile,

  • non serve a nulla

  • che me ne faccio di un’applicazione che trasferisce i dati su un dual-core

  • questa app è una truffa

  • ho scaricato questa app e mi è esploso il telefono

  • perchè dovrei passare ad Apple, quando già ho avuto un iPhone 4 e mi è bastato?

La lista dei commenti e delle recensioni è assai lunga ed è stra divertente da leggere, ecco perché vi invito a visitare la pagina ufficiale dell’applicazione Move to iOS in Google Play Store, così per divertirvi.Apple vuole ammazzare AndroidUn’altra scelta sbagliata, secondo me è la compatibilità dell’applicazione con i dispositivi Android, infatti Move to iOS è compatibile solo che dispositivi che hanno almeno Android 4.0, scelta pessima se il tuo scopo è quello di attirare utenti.

In più volendo installare Move to iOS su tablet con Android, per poi trasferire i dati su un iPad, non lo puoi fare. Infatti, ho provato a mettere Move to iOS sul tablet Asus MemoPad 7 (ME173X) con Android 4.2.2 ed ecco che cosa mi dice:Move to iOSLa cosa più sorprendete è che dopo neanche 5 secondi e dopo aver avviato l’installazione dell’applicazione Move to iOS su un S4 con Android 5 Lollipop, tutto si ferma e mi compare questo messaggio:Move to iOS

Bhe insomma anche le informazioni sulla compatibilità sono truccate e se non sei fortunato, rischi pure di vederti fermare l’installazione.
Diciamo che la Apple vuole ammazzare Android e la sua comunità, però sta sbagliando strategia. Sicuramente questo è il primo capitolo di tanti altri tentativi di creare scompigli nella comunità Android.

Per il momento noi abbiamo finito, continuate a seguirci da vicino per altre novità dal mondo Android e non solo, nel mentre aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto.

Leggi Anche:

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr e Twitter, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Da sempre appassionato di informatica e tecnologia, cerco ogni giorno di migliorare la mia cultura generale in questi ambiti. A volte mi occupo anche con lo sviluppo di applicazioni mobile e non solo.

Move to iOS: la Apple vuole ammazzare Android, però ha sbagliato tutto ultima modifica: 2015-09-22T09:26:05+00:00 da Flavius Harabor