Android P: P come privacy

La nuova versione del robottino verde non è ancora disponibile, ma fa già parlare di se, questo perché a quanto pare Android P avviserà l’utente quando la telefonata è registrata da terze parti.

Quindi possiamo dire che Android P sarà Android Privacy?

No non possiamo dirlo, però sappiamo che Android P porterà un rinnovamento profondo dell’interfaccia UI e anche la stessa UX, con una maggiore integrazione di Google Assistant e ora si scopre anche il supporto alle diverse varianti di notch, cioè quella piccola linguetta superiore dello smartphone che ospita i sensori frontali.

Poi tra le varie features, stando a quanto affermato dai colleghi di XDA Developers la nuova versione del sistema operativo mobile realizzato dalla società di Mountain View, ci segnalerà anche quando una telefonata viene registrata con un apposito segnale acustico.

android p

Pare che il funzionamento di questa nuova features presente in Android P funzioni in questo modo: emetterà ogni 15 secondi una breve nota audio ad una frequenza di 1.400 Hz quando la chiamata tra due persone viene registrata. Pare che comunque ci sia anche un piccolo intoppo, infatti perché questa funzione sia disponibile è necessario che gli operatori TL diano il loro consenso a supportarla.

Stando ai primi rumors, pare che al momento solo Vodafone Germania abbia dato il suo assenso.

Conclusione

Per scoprire se effettivamente Android P poterà questa funzione, non ci resta che attendere il lancio ufficiale, il cui nome dovrebbe essere “Pistachio Ice Cream” e non “Pie” o “Privacy” come da noi indicato per scherzo. Vi ricordiamo questa nona versione del sistema operativo sarà presentata al mondo nella classica conferenza per gli sviluppatori Google I/O 2018 che si terrà dall’8 al 10 Maggio nella sede della Google a Mountain View.

Per il momento questo è tutto, vi diamo appuntamento alla prossima puntata dedicata ad Android P, nel mentre aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto.

Seguiteci anche su Facebook, Google Plus, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Android P: P come privacy ultima modifica: 2018-02-17T09:15:56+00:00 da Flavius Harabor

Da sempre appassionato di informatica e tecnologia, cerco ogni giorno di migliorare la mia cultura generale in questi ambiti. A volte mi occupo anche con lo sviluppo di applicazioni mobile e non solo.