Internet senza ADSL: come funziona la connessione satellitare?

Internet senza ADSL: come funziona la connessione satellitare?

Non è raro essere alle prese con una copertura internet assente o scadente, soprattutto in zone poco raggiunte dalla rete. Chi abita in zone poco o per nulla coperte si chiede quindi se esistono delle alternative valide alla tradizionale rete cablata. Fortunatamente la risposta è positiva: è infatti possibile navigare sul web anche senza adsl sfruttando una connessione satellitare o utilizzando lo smartphone come router.

La connessione satellitare

Come suggerisce il nome stesso, questo tipo di connessione si avvale del segnale propagato via satellite, quindi senza appoggiarsi alla linea “via cavo”. Il suo funzionamento si basa sulla tecnologia satellitare: i satelliti conducono il segnale condotto verso le stazioni terrestri (NOC), che ricevono il segnale e lo trasmettono alle dorsali sparse sul territorio; a questo punto entrano in gioco le parabole, che recepiscono il segnale e lo propagano all’interno della casa tramite un modem satellitare (esattamente come fa un normale router adsl). Si tratta quindi di una soluzione utile in particolare per chi abita in zone non coperte dall’adsl; per farsi un’idea dei costi, inoltre, è possibile dare un’occhiata in rete per trovare le migliori offerte per Internet via satellite su Facile.it, ad esempio.

Internet senza ADSL connessione satellitare

Pro e contro della connessione satellitare

Il principale vantaggio di questa tipologia di connessione è che, per via del suo funzionamento, non presenterà problemi relativi alla copertura. L’unica pecca riguarda i tempi di risposta superiori rispetto alla linea cablata; in questo caso, però, tutto dipende dall’uso che si farà della rete: per un uso generico e non intensivo non si presenteranno particolari problemi, mentre se si guardano spesso video in streaming o si ha la passione per il gaming online potrebbero esserci interruzioni e riproduzioni poco fluide.

Un’altra possibile soluzione: la connessione tramite smartphone

Una seconda opzione, a disposizione di chiunque sia in possesso di uno smartphone, è la navigazione tramite cellulare. È infatti possibile impostare lo smartphone in modalità “tethering”, trasformandolo di fatto in una sorta di router tascabile. È chiaro che in questo modo si andrà a sfruttare la connessione dati della propria scheda SIM, con tutte le limitazioni del caso. Se il proprio piano tariffario prevede un limite massimo di GB al mese, infatti, si dovrà fare attenzione a non superarli per non vedersi addebitati ulteriori costi oltre a quelli usuali. Si tratta quindi di una soluzione molto utile nei casi di emergenza, ma che difficilmente può sostituire la connessione via cavo.

connessione internet grazie al tethering dello smartphone

Conclusione

Aspettiamo le vostre impressioni nei commenti qui sotto. Speriamo che questo articolo sia di vostro gradimento e vi semplifichi la vita. Vi ricordiamo che potete seguirci anche su Facebook, Tumblr, Twitter e Telegram, per restare sempre in contatto con noi e con le nostre guide.

Internet senza ADSL: come funziona la connessione satellitare? ultima modifica: 2019-03-25T14:48:30+00:00 da Monica Fabrizi